Affari… vintage

Affari… vintage

Mobili vintage, che passione!

Qualcuno dirà che è solo una moda passeggera ma, in realtà, il fenomeno pare che sarà duraturo.
Ci riferiamo alla tendenza che ha catturato l’attenzione di molte famiglie italiane che, sempre più spesso, amano girare mercatini e negozi brik a brak per cercare delle occasioni del mercato dell’usato.

Infatti, sono tantissime le persone che amano implementare l’arredamento della propria casa, con qualche mobile particolare appartenente al tempo che fu.

Magari si tratta solamente di un tavolo da cucina in formica degli anni Sessanta, oppure da una madia proveniente da qualche zona montana e recuperata all’interno di un vecchio casale o anche qualche suppellettile vintage da inserire in un contesto moderno: ciò che appare evidente è il fatto che rendere il proprio arredamento più originale grazie ad un mobile usato che pur restaurato mostra tutta la sua età, risulta essere una soluzione per rendere più preziosa la propria abitazione.

Non solo collezionismo

Un tempo, mercatini dell’usato come lo storico Porta Portese di Roma o anche fiere dedicate all’antiquariato (Arezzo, Parma, Firenze ect), erano mete di commercianti pronti a fiutare l’affare e di collezionisti del settore. Al giorno d’oggi, invece, il panorama della domanda esistente si è profondamente allargata perchè si è verificata una significativa sensibilizzazione da parte della gente che ha iniziato ad apprezzare oggetti e mobili di altri tempi per tutta una serie di ragioni.

In un presente poco originale che vede mobili fai-da-te economici destinati a durare non certo per tutta la vita, l’innesto di un vero mobile in legno realizzato artigianalmente con i criteri che oramai non si usano più ma che garantivano una significativa qualità, rappresenta una scelta intelligente.

La diffusione esponenziale di magazzini che propongono mobili e oggetti usati, dimostra il trend in continua crescita di una domanda che non pare esaurirsi.

Ad esempio, sul sito Mercatino Usato Firenze è possibile trovare delle formidabili occasioni di mobili usati in conto vendita che possono soddisfare i criteri di scelta di chi vuole risparmiare innanzitutto ma anche arredare il proprio spazio abitativo con prodotti di qualità.

Riuso = convenienza

Il riuso dei mobili rappresenta una convenienza sia per coloro che intendono vendere che per chi vuole acquistare.

Nel primo caso, chi deve o vuole cambiare il suo arredamento, ha l’opportunità di mettere i mobili che non gli interessano più in esposizione attraverso il sistema del conto vendita sapendo che potrebbe essere acquistati da qualcun’altro interessato. Questo significa liberarsi da oggetti ingombranti realizzandoci una somma.

Nel secondo caso, chi ha l’esigenza di comprare un certo mobile, può trovarlo secondo le sue aspettative e acquistarlo ad un costo particolarmente interessante.

Il riuso significa fare un affare sia vendendo che comprando e quando si tratta di mobili usati non è raro incontrare delle vere e proprie chicche come arredi di design ormai introvabili.